L’Internazionale: pillole dal mondo

Barbados – politica: Barbados diventa una repubblica, e la sovrana non sarà più la britannica Elisabetta II, bensì la prima presidente, la settantaduenne Sandra Mason. La nuova repubblica rimarrà parte del Commonwealth. 

Cile – politica: Il prossimo presidente guiderà il governo più a sinistra dai tempi di Allende o più a destra dopo Pinochet. Al primo turno delle presidenziali il candidato di estrema destra, José Antonio Kast, ha ottenuto il 28%, quello di sinistra, Gabriel Boric, il 25%. Crollano i partiti che hanno governato negli ultimi 30 anni. Ballottaggio il 19 dicembre.

Cina – Covid: secondo quanto annunciato oggi dal presidente Xi Jinping, la Cina invierà un miliardo di vaccini contro il Covid-19 all’Africa.

Etiopia – guerra: la guerra civile nella regione settentrionale del Tigrè, e ormai in tutta l’Etiopia, continua. Si contano milioni di sfollati e migliaia di vittime. Il primo ministro etiope, Abiy Ahmed, è andato sul fronte per guidare l’esercito contro i ribelli tigrini, dopo aver affermato che il martirio potrebbe essere necessario per portare il Paese alla vittoria.  

Francia – estero: Italia e Francia firmano il “Trattato del Quirinale”, un’alleanza che prevede, tra le altre cose, un vertice intergovernativo con cadenza annuale e la partecipazione di un membro del governo di un Paese al Consiglio dei ministri dell’altro, almeno una volta ogni tre mesi. 

Germania – politica: la coalizione “semaforo” (SPD-Verdi-Liberali), guidata dal social-democratico Olaf Scholz (SPD), ha trovato un accordo sulla formazione del governo. All’SPD i ministeri del lavoro, della salute della cooperazione, degli interni, della difesa e dell’edilizia. Ai Verdi, tra gli altri, l’economia, l’ambiente e gli esteri. Ai liberali, tra gli altri, finanza e giustizia.

Honduras – politica: Xiomara Castro, candidata di sinistra, è in vantaggio e potrebbe diventare la prima presidente donna. I risultati preliminari dello spoglio danno Castro avanti con il 53,5% dei voti.

Iran – nucleare: dopo cinque mesi di sospensione, riprendono i negoziati internazionali sul programma nucleare iraniano. Si discuterà del possibile rientro degli Stati Uniti nell’accordo nucleare del 2015, che è però reso più difficile dopo l’elezione a presidente dell’ultraconservatore Ebrahim Raisi.

Repubblica Ceca – politica: Petr Fiala, leader di ODS, Partito liberalconservatore (ECR), è stato nominato premier dal presidente Zeman dopo aver vinto le elezioni di inizio ottobre.

Russia – carbone: un’esplosione in una miniera di carbone ha causato 50 morti. È la più grande tragedia mineraria in Russia negli ultimi 10 anni.

Svizzera – Covid: il fronte del “Sì” ha vinto il referendum in Svizzera per la conferma della cosiddetta “legge COVID-19”, che istituisce nel Paese le restrizioni e che norma l’equivalente del nostro Green Pass.

UK – migranti: non solo nel Mediterraneo e ad Est, alle porte dell’Europa i migranti muoiono anche nella Manica. Sono infatti annegati 27 migranti che cercavano di arrivare in Inghilterra su un gommone. L’evento ha riacceso le tensioni tra UK e Francia.

Thomas Osborn

About Thomas Osborn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *