Il programma completo

Il nostro programma per il II Municipio è strutturato in 4 macrotemi. Esso è frutto di un lungo ed impegnativo lavoro di raccolta delle istanze dei cittadini e in particolare dei giovani che vivono nel territorio. Ci siamo confrontati con diverse realtà e associazioni e abbiamo creato 4 tavoli per elaborare le nostre idee dai quali è sono emerse le quattro tematiche su cui ci siamo maggiormente concentrati e che puntiamo di realizzare nei prossimi 5 anni, grazie all’esperienza e alla dedizione dei candidati Federica Serratone e Gianluca Bogino.

Cliccando qui puoi scaricare il PDF del Programma completo per il II Municipio

Un Municipio che AGGREGA

A Roma e nel II Municipio c’è bisogno di spazi. Le strade devono diventare luoghi di incontro, le piazze aree dove favorire aggregazione e crescita culturale, e ai tanti edifici pubblici chiusi e abbandonati va data nuova vita affinchè tornino ad essere a disposizione della cittadinanza. Ci batteremo per l’apertura di un Centro Giovani, un luogo dove riunirsi e crescere, con spazi per conferenze e associazioni, e ci batteremo per nuovi spazi pubblici in cui studiare – sia all’aperto che al chiuso. Nel Municipio con l’ateneo più grande d’Europa e una importante università privata, è indispensabile rafforzare la rete delle realtà scientifiche e culturali, coinvolgendo gli atenei stessi – e le numerose scuole superiori – nella trasformazione urbana dei nostri spazi, nell’apertura di spazi per la comunità, nella creazione di opportunità di crescita e di occupazione. Tutto ciò passa anche attraverso lo sport, per troppi anni trascurato e poco considerato. Crediamo nello sport che aggrega, che unisce, che crea inclusione, e anche opportunità e lavoro. Ci batteremo per un’idea di sport che vada dal marciapiede al grande impianto, dal torneo di Quartiere al grande evento internazionale. Per ritrovare la gioia di stare insieme, di conoscerci, di imparare l’uno dall’altro e dalle nostre diversità. Per tornare ad essere una Comunità.

Un Municipio SOSTENIBILE

Le grandi manifestazioni studentesche per l’ambiente, i cambiamenti climatici, e le conseguenze del Covid, hanno evidenziato l’importanza di trovare nuovi modi di vivere e di stare insieme. C’è bisogno di una nuova vivibilità, che crei equilibri più sani e più sostenibili nei modi in cui ci spostiamo e in cui abitiamo i nostri quartieri, anche con nuove Zone 30, pedonalizzazioni temporanee e partecipate, e una ciclabile che unisca la Sapienza a Termini. Vogliamo valorizzare, e difendere, il verde che ci circonda, con nuovo verde urbano e (ri)piantumazioni a tappeto, tanto per le strade quanto nelle Ville. A queste ultime va inoltre data una nuova vita, con un Direttore di Villa, eventi culturali rispettosi della biodiversità, e l’apertura alla cittadinanza dei numerosi edifici chiusi dall’enorme potenziale sociale e culturale. Ci batteremo per una sostenibilità a 360° nel Municipio, attuando il Regolamento Zero Plastica, chiedendo l’installazione di pannelli solari sugli edifici pubblici, e favorendo un maggiore rispetto della biodiversità che caratterizza il nostro territorio. Non sconfiggeremo i cambiamenti climatici da soli, ma anche da un Municipio possono partire pratiche virtuose e utili per la costruzione di un futuro più vivibile e sostenibile.

Un Municipio che INCLUDE

Il II Municipio deve essere il luogo dove ciascuno si sente a casa. Non importa se ci sei nato, se ci vivi da una vita, se ti ci sei trasferito da poco, o se ci passi ogni giorno per andare a studiare, lavorare o cercare assistenza alimentare e legale, questa è casa tua. Non ci stanchiamo di sostenere che le diversità sono ciò che arricchiscono e rendono unico questo territorio, e continueremo a batterci per l’idea che queste non vadano solo difese, ma anche valorizzate. Qui non c’è spazio per l’odio. É fondamentale, inoltre, dare nuova vita agli spazi per le donne, promuovendo maggiormente quelli già esistenti e creandone di nuovi, e lavorare per il superamento delle discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.

Come fatto in questi 5 anni, continueremo a batterci affinchè ognuno possa vivere in condizioni dignitose e con gli aiuti e i supporti necessari. Siamo fortunati ad avere in Municipio con una meravigliosa rete di volontari e Onlus che ogni giorno fanno un lavoro immenso, ma queste vanno supportate, vanno dati loro spazi, vanno sostenute affiancando loro presidi istituzionali dell’inclusione e dell’integrazione. Tra questi è indispensabile un Info Point, ovvero un luogo di prima assistenza, a Stazione Tirburtina, e la creazione di un Emporio Solidale per i bisognosi.

Un Municipio che CURA

Un Municipio che cura è un ecosistema di persone, servizi, organizzazioni e luoghi che, nel loro insieme, esprimono una reciproca capacità di cura, e costruiscono le basi per una comunità che ha a cuore le persone, il territorio, e anche la propria storia. Il modello di “città delle distanze” realizzato negli ultimi decenni ha fallito, portando a solitudine, mancanza di fiducia reciproca e scarso coinvolgimento dei cittadini. Il Covid ha reso evidente tutto ciò, e ha reso indispensabile un cambiamento radicale. Ci batteremo per una città della prossimità, con servizi funzionali e specializzati, e con progetti mirati alla valorizzazione delle tante forze collettive diffuse – e fino ad ora mai considerate – che esistono nei nostri Quartieri. Ci batteremo per un’Officina Municipale per lo smart working, per una maggiore e più diffusa rete per l’assistenza psicologica, per una nuova vita per i Mercati Rionali, per l’adozione di un Regolamento dei Beni Comuni che dia ai cittadini la possibilità di partecipare. Proporremo inoltre maggiori servizi per l’inclusione e l’accessibilità, nonchè un maggiore rete di argini contro la solitudine. Infine, è indispensabile una maggiore considerazione per il valore culturale, artistico, di memoria, e paesaggistico dei nostri quartieri – e ciò deve passare anche da una ferrea lotta alla criminalità e all’illegalità dilagante.

 

 

 

About Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *